NAPOLI COMICON 2017

É sempre un piacere tornare a Napoli e quale occasione migliore del COMICON?
La fiera di quest’anno apparteneva secondo me a Roberto Recchioni. Ho detto una cosa molto simile per Lucca Comics dove uscivano 540.000 suoi lavori e stavolta era la stessa cosa ma lui era il Magister e la locandina di quest’anno era opera sua.
Tra l’altro,a proposito della copertina,Roberto ha dato il via al #seimejote ovvero un iniziativa per farsi da soli il manifesto del comicon visto che il suo era stato criticato,così anche io ho fatto un veloce sketch digitale di Medusa (la prima idea data la posizione era fare Raz Degan,ma poi ho optato per le ciocche prensili di Medusa).

Il comicon inizia con un flebile primo giorno,poi un secondo giorno degno del Comicon.
Io ero stato precedentemente selezionato da Star Comics come illustartore così ho fatto un portfolio review con gli editor!
Inoltre dovete sapere che le convention per noi sono occasioni per salutarsi e confrontarsi,alle fiere infatti siamo sempre i soliti. Così dopo 4 chiacchiere con Paola Del Prete vedo arrivare davanti allo stand Marco Checchetto! Ora,dovete ricordare che Marco,grande artista Marvel,era un ospite della fiera e aveva da poco terminato una sessione di autografi a pochi metri da me. Come lo vedo decido di complimentarmi con lui di persona e lui gentilissimo mi dice:”tu sei Marco Russo ti conosco!” Beh é stato davvero emozionante per me sentire questo da lui,gli ho poi mostrato qualche lavoro e mi é sembrato entusiasta oltre che incredibilmente gentile!
Grazie Marco,se stai leggendo,per le tue parole,per la tua opinione sul mio lavoro e per avermi dato degli utili suggerimenti,ho apprezzato moltissimo!!!

Il 3 giorno é stato stranamente calante a livello lavorativo data l’affluenza allucinante!
Mi sono fatto un selfie con Marco Checchetto,con Luca Maresca,Luca Strati, Pasquale Qualano avrei voluto farlo con un Pino Cuozzo che si era ritirato nel suo sancta-sanctorum e con ScoppettArt : L’ arte di Andrea Scoppetta e Francesco Barbieri che erano troppo occupati!

Ho avuto un incontro con GG studio che mi avevano selezionato on-line. Per questo incontro ho apprezzato molto il modo e le argomentazioni dei due editor! Si ripropone di nuovo il confuso dibattito sul “é pubblicabile”-“non è pubblicabile” che va oltre il fatto che tutti dobbiamo migliorare,si parla di non emulare stili altrui e di stile proprio,di errori anatomici e di correttezza anatomica,di dinamicità e staticità…insomma,un po’ di cose e ho le idee chiare solo sul fatto che devo essere più bravo oggi e dovrò (e vorrò) essere più bravo domani.
Generalmente le porte in faccia scoraggiano,già il settore é particolare e di disegnatori concorrenti ce ne sono a bizzeffe e non é facile avere il 100% delle carte in mezzo a tutta quella gente,ma di sicuro ho capito che devo puntare sull’illustrazione in questo momento. Non ho avuto modo abbastanza di lavorare sulle tavole e non ho fatto nessuno studio sul ‘raccontare’ e quindi non mi sento forte come fumettista.

Ho potuto fare due chiacchiere nientedimenoche con David Messina ,Emanuel Simeoni e Riccardo Federici!

Grazie anche al mio amico Jose Maniette!

Quest’anno a Napoli c’è stato l’esordio dell’Artist Alley e ringrazio Luca e Pasquale che si sono spesi tanto per questo!
Abbiamo tutti beneficiato di ampi spazi,assistenza dello staff e siamo sicuri che migliorerà sempre più! Da qualche parte le cose devono pur iniziare e quese sono i primi passi verso l’unione del pubblico,dei collezzionisti,degli interessati ai disegnatori!

Quindi che dire in questo #postnapolicomicon ?
Io ritornerò sicuramente al Napoli Comicon,come faccio da anni e consiglio anche a voi di chiedere uno spazione nell’artist alley il prima possibile!
Ora si riprende la solita vita e il lavoro,con tutte le cose da finire ansioso di mostrarvele!

Grazie a tutti quelli di cui sopra,a quelli che ci hanno fatto complimenti e sostenuto!

A presto!

Share